25.6 C
Napoli
venerdì 14 Giugno 2024 - 14:28
HomeNewsAmministrative, Bergamo e Cagliari al centrosinistra, Cirio fa il bis

Amministrative, Bergamo e Cagliari al centrosinistra, Cirio fa il bis

-

Cagliari e Bergamo al centrosinistra già al primo turno. Così come Pescara, per la quale è bastata questa tornata per rieleggere il sindaco uscente di centrodestra.

Vanno al ballottaggio invece Bari e Firenze col centrosinistra in forte vantaggio. Si torna alle urne per lo spareggio anche a Caltanissetta e Potenza. Sfida all’ultimo voto a Perugia, con il centrosinistra quasi al 50% e vantaggio di soli 2 punti. Questo l’esito del voto che ha visto il rinnovo di quasi 3700 amministrazioni comunali, del Consiglio regionale in Piemonte – con la conferma del governatore uscente Cirio – e le elezioni europee. E dunque, Cagliari torna al centrosinistra e con lei anche Pavia, che era guidata dalla Lega.

Nel capoluogo sardo il sindaco uscente Paolo Truzzu è scalzato da Massimo Zedda, sostenuto dal campo largo e già primo cittadino di Cagliari, sicuramente trainato dall’elezione, nel marzo scorso, di Alessandra Todde (M5S) prima donna presidente della Sardegna. La rivale di Massimo Zedda, anche lei una Zedda ma Alessandra, puntava a mantenere la città a destra ma non ci è riuscita.

A Bergamo, dopo 10 anni di amministrazione di Giorgio Gori, la città è rimasta in mano al centrosinistra e sindaco è Elena Carnevali, 59 anni, ex deputato del Pd.

Testa a testa invece a Perugia governata dal 2019 ad oggi dal centrodestra con Andrea Romizi (FI). Vittoria Ferdinandi, psicologa, 37 anni, sostenuta da una coalizione larghissima che va dal Pd fino ad Azione, ha sfiorato la conquista della città che dal Dopoguerra e fino a 10 anni fa era sempre stata governata dalla sinistra. Tra 15 giorni dovrà vedersela con la rivale Margherita Scoccia (FdI).

Articoli correlati

- Advertisment -