10.3 C
Napoli
martedì 5 Marzo 2024 - 02:04
HomeAttualitàCONTAGI COVID, PRIMA SETTIMANA IN CALO

CONTAGI COVID, PRIMA SETTIMANA IN CALO

-

Il fronte della pandemia conferma un dato positivo: dopo Ferragosto, e il numero è settimanale quindi più stabilizzato, i contagi scendono. Mariolina Iossa sul Corriere della Sera:

«La media giornaliera degli ultimi 7 giorni è di circa 6.200 nuovi positivi e se ci sarà una nuova ondata in autunno è presumibile che sia piccola e, grazie alla campagna vaccinale, non ci saranno impennate di ricoveri in terapia intensiva e nei reparti ordinari, anche se ci si attende che i posti letto occupati aumentino. L’aumento non sarà sostenuto e al momento sembra che potrà mantenersi al di sotto delle soglie di allerta fissate dal ministero della Salute per i tassi di occupazione dei reparti, che sono al 30% per le rianimazioni e al 40% per le aree mediche ordinarie. Questo perché secondo gli ultimi dati dell’Istituto superiore di Sanità, la maggior parte dei casi di nuovi contagi e di ricoveri negli ultimi 30 giorni sono di persone non vaccinate. Siccome i vaccinati sono il 67% della popolazione e nelle persone completamente vaccinate si osserva una forte riduzione del rischio di diagnosi (83%), di ospedalizzazione (95%), di ricoveri in terapia intensiva e di decessi (97%) rispetto a quelle non vaccinate, possiamo presumibilmente mantenere un moderato ottimismo sullo scenario che ci troveremo davanti ad ottobre. Sempre secondo i dati elaborati dall’Agenas, il tasso di occupazione delle terapie intensive è salito al 5% rispetto al 4% di una settimana fa, mentre quello dei reparti ordinari è salito al 7% rispetto al 6% di una settimana fa. Soltanto la Sicilia rischia tra una settimana il cambio di colore. Ieri il bollettino quotidiano ha registrato 5.923 nuovi casi e 23 decessi, ma i tamponi sono stati molti di meno, 175.539, 79.679 in meno rispetto al giorno prima. Il tasso di positività sale quindi al 3,3% dopo la discesa al 2,9% di sabato. Sono 34 i posti letto in più occupati in area medica per un totale di 3.767 persone ricoverate e 6 in più ma con 33 nuovi ingressi in rianimazione per un totale di 472 pazienti totali. Sempre alti i nuovi casi giornalieri in Sicilia, ieri altri 1.350 che, e come detto l’isola è vicina al giallo mentre sperano di evitarlo Sardegna e Calabria. Secondo gli ultimi dati su base regionale dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, si registra un ulteriore aumento del tasso di occupazione dei posti letto per Covid nei reparti in area medica in Sicilia, che si attesta al 19%, mentre resta al 9% il dato sulle intensive (le soglie limite sono 15 e 10%). Restano invariate le percentuali per la Sardegna (rispettivamente 12% e 10%) mentre calano di un punto (al 14%) i ricoveri in area medica in Calabria (resta al 7% per le intensive). In Italia, sempre secondo i dati Agenas, la media nazionale sulla percentuale di occupazione dei posti letto per Covid in area non critica rispetto ai posti disponibili è al 7% mentre si attesta al 5% per le intensive».

Articoli correlati

- Advertisment -