23.5 C
Napoli
sabato 13 Aprile 2024 - 20:49
HomeCronacaDe Luca preme sull'acceleratore: la Campania compra il vaccino Sputnik

De Luca preme sull’acceleratore: la Campania compra il vaccino Sputnik

-

La Campania ha chiuso il contratto con la Russia: in arrivo il vaccino Sputnik.
De Luca provvede ad ordinare i vaccini anti-Covid dalla Russia, in attesa tuttavia di ricevere il sì di Ema e Aifa. Il confronto con la Russia è stato portato avanti da Soreca, società per azioni partecipata regionale che elabora e gestisce per conto della Regione le operazioni di carattere patrimoniale, economico e finanziario in ambito sanitario, che sta gestendo anche le prenotazioni per le vaccinazioni. La determina dirigenziale è stata firmata due giorni fa dal direttore generale di Soresa, Michele Ferrara, chiudendo una procedura iniziata il 2 Marzo. Le trattative sono state intense, vista la straordinarietà dell’evento, della complessità dell’operazione e del rischio connesso, al fine di ottenere condizioni vantaggiose. La mossa di Vincenzo De Luca sembra molto simile a quella messa in atto dalla Gran Bretagna ha fatto con Astrazeneca, opzionare il vaccino e averne in quantità necessaria al bisogno. La mossa di Vincenzo De Luca sembra imitare quello che la Gran Bretagna ha fatto con Astrazeneca, opzionare il vaccino e averne in quantità necessaria al bisogno. Intanto l’Agenzia europea del farmaco ispezionerà siti di produzione. Possibile autorizzazione a fine aprile. Il composto, sviluppato dal centro Gamaleya di Mosca e registrato già da agosto 2020, da mesi è al centro di un dibattitto sull’efficacia. Anche se i dati pubblicati dalla rivista The Lancet dicono che è sicuro e ha una efficacia superiore al 90%.Il primo paese a prendere in considerazione l’ipotesi di utilizzare il vaccino russo era stato la Germania. La cancelliera Merkel,ne aveva già parlato a Febbraio. L’Italia è tra i paesi che non solo pensa a comprare e produrre il vaccino ma anche a fare alcuni test in collaborazione proprio con gli scienziati russi. E in questo senso partirà una sperimentazione del vaccino da parte dell’Istituto Spallanzani. Questo studio permetterà, tra l’altro, di verificare se lo Sputnik V sarà capace di essere efficace anche contro le varianti.

Articoli correlati

- Advertisment -