10.3 C
Napoli
martedì 5 Marzo 2024 - 02:46
HomeAttualitàÈ la giornata delle donne e ragazze nella scienza

È la giornata delle donne e ragazze nella scienza

-

È la Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza. E’ stata istituita il 22 dicembre 2015 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per promuovere un accesso pieno e paritario alla partecipazione alla ricerca scientifica.
Tante le istituzioni e gli enti scientifici che aderiranno con iniziative, eventi ed incontri in tutta Italia, sia in presenza che online. I canali social dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare aderiscono alla campagna #WomenInScience, a cui parteciperanno anche altri grandi laboratori internazionali come il Cern di Ginevra. Ragazze italiane Stem sotto la media in UE, ma crescono
La Giornata è un’occasione per riflettere sui risultati ottenuti finora, ma soprattutto sui tanti ancora da raggiungere.

Un primo dato lo fornisce l’Osservatorio Stem di Deloitte: le ragazze italiane iscritte ad un corso di laurea nelle cosiddette materie Stem (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) sono solo il 14,5% di quelle che frequentano l’università, molto al di sotto della media europea. La metà circa delle intervistate parla ancora di stereotipi di genere, che troppo spesso costituiscono un forte disincentivo a intraprendere questi percorsi di studi.

Il divario finisce poi per ripercuotersi, amplificato, sul mondo del lavoro, come emerge dallo studio del 2023 pubblicato su The Lancet Regional Health – Europe: le donne, in Europa, abbandonano progressivamente la carriera accademica arrivando a costituire appena il 33% dei ricercatori e solo il 26% di figure apicali come professori ordinari, direttori di dipartimento e di centri di ricerca. Un divario che si inasprisce proprio sulle Stem: se per le discipline umanistiche le donne occupano oltre il 30% delle posizioni più alte della carriera, il dato scende al 22% per le scienze naturali e al 17,9% per le aree legate a ingegneria e tecnologia. Anche qui l’Italia è molto indietro, collocandosi terzultima in Europa.

Articoli correlati

- Advertisment -