28.3 C
Napoli
venerdì 19 Luglio 2024 - 22:55
HomeCronacaEgitto, scontri Hamas-Israele a Kerem Shalom, chiuso il valico. Raid sul campo...

Egitto, scontri Hamas-Israele a Kerem Shalom, chiuso il valico. Raid sul campo profughi di Nuseirat, 17 morti

-

Una fonte ufficiale della sicurezza egiziana ha fatto sapere che le autorità israeliane hanno interrotto l’attività al valico di Kerem Shalom questa mattina a causa di intensi bombardamenti e scontri tra Hamas e Israele vicino al confine tra Israele, Striscia di Gaza ed Egitto, provocando il blocco dell’ingresso di aiuti umanitari. La fonte ha aggiunto che le autorità israeliane continuano a impedire l’ingresso degli aiuti e a chiudere il valico di Rafah dal lato palestinese nel terzo giorno della Festa dell’Eid al-Adha e per il 43/o giorno consecutivo dall’invasione della città di Rafah. L’inviato americano Amos Hochstein ha detto che Washington sta cercando di evitare “una guerra più grande” a seguito dell’escalation tra Hezbollah e l’esercito israeliano lungo la frontiera meridionale del Libano nelle ultime settimane. Lo riporta Haaretz. Hochstein ha descritto la situazione lungo il confine come “grave” e ha affermato che questo è il motivo per cui il presidente degli Stati Uniti Joe Biden lo ha inviato in Libano. Hochstein si trova in Libano per una giornata di incontri dopo un breve viaggio in Israele.

“La proposta di Biden di porre fine alla guerra a Gaza deve essere approvata da Hamas se questo è ciò che intende fare ed offre un’opportunità per un cessate il fuoco alla frontiera”. Lo ha detto, citato dai media, Hochstein, incontrando a Beirut il presidente dell’Assemblea nazionale libanese, Nabih Berri. Intanto almeno 17 persone sono morte nella notte nel campo profughi di Nuseirat dopo una notte di pesanti bombardamenti israeliani nel centro di Gaza. Lo riferisce Al Jazeera che cita fonti dei media locali tra cui Radio Hamas.

Nel primo attacco sono morte 10 persone, tra cui donne e bambini: cinque di loro appartenevano alla stessa famiglia, mentre i feriti sono almeno 10. Altre persone sono ancora intrappolate sotto le macerie. Un’ora dopo, è stata colpita l’abitazione di un’altra famiglia: tra le vittime una coppia, i loro figli e i nonni. Altri due sono rimasti uccisi sulla strada costiera nella zona centro-occidentale di Gaza. Circa 35 persone rimaste ferite negli attacchi sono ricoverati in ospedale in gravi condizioni, scrive ancora Al Jazeera.

Articoli correlati

- Advertisment -