11.8 C
Napoli
martedì 23 Aprile 2024 - 04:18
HomeAttualitàEriksen: "Io non mollo, potrei anche allenarmi"

Eriksen: “Io non mollo, potrei anche allenarmi”

-

Le condizioni del calciatore, che sabato ha accusato un arresto cardiaco perdendo i sensi in campo, sono stabili.
Il suo agente, e amico, Martin Schoots, racconta di aver parlato a lungo con lui: «Ci siamo sentiti, ha scherzato, era di buon umore, l’ho trovato bene. Vogliamo tutti capire cosa gli sia successo, vuole farlo anche lui: i medici stanno facendo degli esami approfonditi, ci vorrà del tempo».
L’ex cardiologo che per anni ha seguito il calciatore quando giocava nel Tottenham afferma: «Il mio primo pensiero è stato: “Mio Dio, c’è qualcosa che non abbiamo visto?”. Ma ho riguardato tutti i test effettuati negli anni con gli Spurs e tutto sembrava perfetto. Seguirlo è stato un mio preciso compito e, fino al 2019, i suoi risultati erano completamente normali. Posso dirlo perché ho fatto io quei test».
Ci sono quindi dei dubbi sulla causa dell’arresto cardiaco, dal momento in cui tutti gli esami sono perfetti. Il cardiologo continua: «Non so se giocherà mai più a calcio. Di fatto è come morto, anche se per pochi minuti: il medico gli permetterebbe di morire ancora? La risposta è no. La buona notizia è che vivrà, la cattiva è che non so se giocherà un’altra partita di calcio a livello professionistico. Nel Regno Unito non giocherebbe. Saremmo molto severi al riguardo».

Il ritorno in campo della squadra sarà supportato da un team di psicologi, nella speranza di cancellare l’immagine terribile di Eriksen steso allo stadio Parken:«Proveremo a ritrovarci, a fare del nostro meglio, in fondo è anche il desiderio di Christian», ha detto il c.t. Hjulmand.

Articoli correlati

- Advertisment -