12.8 C
Napoli
mercoledì 24 Aprile 2024 - 21:45
HomeAttualitàFARINET, CANDIDATO SINDACO PER MILANO

FARINET, CANDIDATO SINDACO PER MILANO

-

Si chiama Andrea Farinet. Secondo Cremonesi e Attanasio del Corriere sarebbe lui l’uomo destinato a combattere contro Beppe Sala nella corsa a Sindaco di Milano.

«Tutti gli indizi sembrano ormai convergere. Il Mister X di Matteo Salvini, l’uomo che gli ha fatto «una gran impressione» e che vorrebbe sindaco «anche domani mattina» si chiama Andrea Farinet. Non ha una fama pop o di quelle che si conquistano sui social, anche se di nuovi media capisce parecchio: non solo da decenni è professore universitario anche sui temi dei New media, ma è tra i fondatori di «Socialing», «neologismo composito che nasce dalla fusione di “social” e “marketing”». Sul sito si legge che l’organizzazione «si occupa di ricerca, consulenza strategica e manageriale da più di dieci anni». Il suo libro sull’argomento è uscito nel 2015 con la prefazione dell’ormai leggendario Carlo Petrini, il fondatore di Slow food. Mentre due anni prima aveva pubblicato, insieme con Giancarlo Roversi, la Carta Universale dei Diritti della Terra Coltivata. Che era stata presentata, guarda il caso, all’Expo 2015 guidato da Giuseppe Sala. Se, come sembra, il professore ha già incontrato – oltre a Matteo Salvini – anche Silvio Berlusconi che ne avrebbe apprezzato la fisionomia, non è detto che il resto della strada verso la designazione sia una discesa per prati. Ad esempio, Antonio Tajani sottolinea che «l’accordo non è ancora chiuso». E poi Farinet dovrà incontrare anche Giorgia Meloni, i cui rapporti con gli alleati specie leghisti sono, come minimo, altalenanti. Come sbuffa un leghista di livello, «se non le andasse bene, sarebbe però difficile anche per lei non passare per la regista del boicottaggio su Milano». D’altronde, lo stesso Salvini lo ha detto venerdì: «Su Roma io avevo le mie idee ma ho accettato il giudizio di altri. Sono certo che sarà così anche per Milano». E cioè che quel candidato che tutti riconoscono debba essere di designazione leghista possa, sia pure iniziando la campagna elettorale a luglio, far partire la sua gara con Giuseppe Sala. Difficile in ogni caso che la candidatura ufficiale possa avvenire prima della metà della settimana prossima».

Articoli correlati

- Advertisment -