20 C
Napoli
sabato 13 Aprile 2024 - 22:00
HomeCalcioGli altri appuntamenti di stasera con la serie A

Gli altri appuntamenti di stasera con la serie A

-

Stasera 12 Maggio ci sono gli altri appuntamenti di serie A. Si continua con Inter-Roma. Paulo Fonseca, prima di andare, ha la missione di lasciargli la squadra in Europa, obiettivo al quale la società tiene più di quanto si creda: la bistrattata Conference League, al di là degli introiti garantiti da 8 milioni per la partecipazione, può servire come palestra per i giovani e offrire opportunità di competere a un club che non vince da 13 anni. Nonostante ormai l’Inter sia già campione d’Italia, Fonseca non si aspetta regali: “Loro meritano i complimenti per aver vinto lo scudetto con largo anticipo. Ma adesso giocano senza pressioni e con la qualità dei giocatori ci possono mettere in difficoltà. Noi proveremo a fare la nostra partita come sempre, per vincere”.                       Probabili Formazioni:

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, D’Ambrosio; Hakimi, Barella, Brozovic, Sensi, Perisic; R. Lukaku, Sanchez.

ROMA (4-1-4-1): Mirante; Karsdorp, Mancini, Kumbulla, Bruno Peres; Darboe; Pedro, Cristante, Lo. Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko

Sempre alla stessa ora c’è il match tra Lazio-Parma. Simone Inzaghi, dovrà stare attento alle numerose assenze: Out Musacchio. Non ci sono nemmeno gli squalificati Leiva e Pereira.

Si continua con Sampdoria-Spazia, Sassuolo-Juventus e Torino-Milan. Per quanto attiene al primo match, Se i blucerchiati hanno come unico obiettivo quello di terminare il campionato nella migliore posizione possibile (che può essere soltanto la nona), la situazione è differente invece per lo Spezia che cerca in tutti i modi di allontanarsi dal Benevento, sperando in tre punti preziosi per la salvezza.

Per quanto riguarda Sassuolo-Juventus la storia è differente. Pirlo è indeciso se schierare il portoghese Cr7 o lasciarlo in panchina. I dubbi sorgono a seguito della performance imbarazzante contro il Milan, c’è da chiedersi dunque se sia meglio tenerlo in panchina, per evitare che la Juventus si ritrovi di nuovo con un giocatore abulico in campo, oppure gettarlo nella mischia contando su un moto d’orgoglio. Rinunciare a priori a CR7 potrebbe essere un clamoroso autogol per Pirlo, anche perchè il fuoriclasse ha dato spesso prova di poter da solo o quasi, ribaltare le sorti della partita. il tecnico bianconero non ha sciolto l’indecisione: «Non ho ancora parlato con lui, non so se ha bisogno di riposare. Ha giocato tante partite quest’anno e le ha fatte bene, segnando tanti gol. Vedremo come sta e decideremo».

Chiudiamo con Torino-Milan: i piemontesi fremono per correre via dalla zona retrocessione, il Milan per rincorrere Napoli e Atalanta nella sfida per il posto in Champions. I granata di Nicola scenderanno in campo con il consueto 3-5-2: in porta Sirigu che davanti a sé avrà la linea difensiva composta da Bremer, Lyanco – al posto dell’acciaccato Izzo – e Buongiorno che sostituisce lo squalificato Nkoulou. Sulle fasce dovrebbero poi agire l’ex rossonero Ricardo Rodriguez e Singo, mentre gli interni di centrocampo saranno Baselli, Madragora e Lukic. La coppia d’attacco, infine, sarà composta da Belotti e Zaza. Pioli userà il solito e sperimentato 4-2-3-1: tra i pali Donnarumma che sarà protetto dalla linea difensiva a quattro, composta da Calabria, Kjaer, Tomori e Theo Hernandez. In mediana l’inossidabile tandem formato da Kessie e Bennacer. Sulla trequarti la prima novità rispetto all’undici titolare dello Stadium: Castillejo prenderà infatti il posto dello squalificato Saelemakekers per comporre assieme a Calhanoglu e all’eroe di pochi giorni fa Brahim Diaz il tridente a supporto di Ante Rebic, scelto per sostituire super Ibra infortunato.

Articoli correlati

- Advertisment -