11.8 C
Napoli
martedì 23 Aprile 2024 - 04:27
HomeAttualitàI VESCOVI USA VOGLIONO SCOMUNICARE BIDEN

I VESCOVI USA VOGLIONO SCOMUNICARE BIDEN

-

Riunione dell’episcopato americano che sta preparando un documento per vietare la comunione al secondo Presidente cattolico della storia nord americana, dopo Kennedy. Gina Guido Vecchi per il Corriere della Sera.

«Non sono serviti a nulla gli ultimi appelli dei vescovi più vicini al Papa, come il cardinale di Newark Joe Tobin: «Qualsiasi sforzo a sostegno dell’esclusione categorica dei leader politici cattolici dall’Eucaristia, spingerà i vescovi della nostra nazione nel cuore della lotta partigiana tossica che ha distorto la nostra stessa cultura politica». L’assemblea online della conferenza episcopale Usa, a maggioranza conservatrice, ha deciso ieri di tirare diritto nonostante il Vaticano, con una lettera dell’ex Sant’ Uffizio, avesse invitato i vescovi a fermarsi: con 168 sì e 55 no, hanno scelto di mettere ai voti, a novembre, una «dichiarazione sull’Eucaristia» che sarà preparata nel frattempo e richiederà una maggioranza di due terzi. Non è, o almeno non è ancora, il divieto a fare la comunione che i vertici dei vescovi meditano da mesi: un’esclusione mirata ai cattolici favorevoli alle leggi sull’aborto, anzitutto al presidente Joe Biden ma anche alla speaker democratica della Camera, Nancy Pelosi. E non è nemmeno lo «scisma» della destra cattolica Usa, ostile a Bergoglio e ricca di finanziamenti e di network , che da anni aleggia come uno spettro con le sue «guerre culturali», una minaccia alla quale Francesco aveva già risposto sereno ma secco, nel 2019, parlando con i giornalisti: «Io prego che non ci sia uno scisma, ma non ho paura: nella Chiesa ci sono stati tanti scismi». Ma certo il clima nella Chiesa Usa non è dei migliori. Il vescovo Kevin Rhoades, presidente del «comitato dottrinale» che preparerà il testo, ha detto che il documento «didattico» sarà aperto a emendamenti, non farà nomi e offrirà «linee guida» anziché imporre obblighi ai vescovi. Precisazione superflua, del resto: nella Chiesa, nessuna conferenza può imporre nulla a un vescovo che governa la sua diocesi in quanto successore degli apostoli e risponde solo al Papa».

Articoli correlati

- Advertisment -