17.7 C
Napoli
mercoledì 22 Maggio 2024 - 07:21
HomeCronacaIl Golfo di Napoli: una risorsa vitale per rivoluzionare il turismo e...

Il Golfo di Napoli: una risorsa vitale per rivoluzionare il turismo e ridurre la congestione urbana: a tu per tu con Marco di Fiore di Seaside Napoli

-

Il turismo a Napoli è spesso visto come un’esperienza veloce e conveniente, relegato ai semplici giri del centro storico e visite rapide alle famose pizzerie. Tuttavia, questa visione non riflette più la realtà attuale della città, che offre opportunità per un turismo di alto livello, non solo possibile ma necessario per il rilancio e la diversificazione dell’offerta turistica locale. Marco di Fiore, fondatore di Seaside Napoli, un’azienda di primo piano nel noleggio di imbarcazioni di lusso, crede fermamente che il Golfo di Napoli possa essere una chiave strategica per redistribuire i flussi turistici e alleviare la pressione sul centro storico.

Il 2023 ha segnato un anno da record per Seaside Napoli, con un’esplosione di domanda che ha superato tutte le aspettative. L’azienda ha attratto turisti non solo dall’Europa, come da Spagna e Germania, ma anche dai mercati più lontani come gli USA e le economie emergenti. Questo dimostra l’ampio appeal di Napoli come destinazione per un turismo di qualità che può spaziare oltre il classico circuito cittadino.

Di Fiore sottolinea la necessità di un impegno concreto da parte delle istituzioni locali per sfruttare al meglio le potenzialità del Golfo. La proposta di Di Fiore è chiara: trasformare il modo in cui Napoli è percepita dai turisti internazionali e nazionali. Si tratta di un cambiamento che potrebbe portare benefici non solo in termini di entrate economiche, ma anche migliorare la sostenibilità ambientale e sociale del turismo napoletano. “Il nostro golfo è un tesoro che può contribuire significativamente all’economia locale se solo potesse essere più centralizzato nel piano turistico della città”, afferma Di Fiore.

Articoli correlati

- Advertisment -