23.5 C
Napoli
sabato 13 Aprile 2024 - 20:31
HomeAttualità"La sinistra ha paura di dire islam": Giuseppe Cruciani accende la polemica

“La sinistra ha paura di dire islam”: Giuseppe Cruciani accende la polemica

-

Torna ancora una volta alla ribalta il caso Saman, nella trasmissione Dritto e Rovescio condotta da Paolo del Debbio. Ospiti della puntata  Giuseppe Cruciani, Elena Hayan Murgia e, in collegamento, Pina Picierno del Partito democratico. La situazione prende subito una brutta piega quando il giornalista di Radio 24 che ha accusato i Dem di non prendere posizione sulla vicenda, considerandola come un caso di femminicidio senza tenere conto del contesto religioso in cui sarebbe maturato. “Fino a ora il segretario del Partito democratico Letta, l’unica volta in cui ha parlato del caso Saman ha parlato di femminicidio. Un po’ timidamente, l’onorevole Picierno ha detto ‘forse c’è anche una questione che riguarda la religione’, sempre senza mai pronunciare l’unica parola che va pronunciata. Non è ‘la religione’ in generale, è l’islam“, ha sottolineato Giuseppe Cruciani. Il giornalista, quindi, ricordato ai presenti in studio le parole di Ina, ragazza islamica bresciana uccisa nel 2006. “Prima di morire disse: ‘Si accaniscono su di me. Mi accusano di assumere atteggiamenti da cristiana e non da musulmana. Mi impediscono di andare a scuola e di vivere come qualsiasi ragazza occidentale”, ha riferito Cruciani collegandosi a quanto avrebbe detto Saman Abbas prima di morire. Il giornalista, quindi, ha continuato a leggere gli appunti tra le mani: “Io sono promessa sposa a mio cugino, figlio della sorella di mia madre, che neanche conosco e vive in Pakistan”. Ma Elena Hayan Murgia non la prende bene e replica dicendo: “È un delitto d’onore, non è un delitto islamico. Se non si conoscono certi meccanismi… Non c’entra niente”. Giuseppe Cruciani quindi, ha alzato la voce davanti all’obiezione che si tratta di un delitto d’onore, che nel nostro Paese è stato abrogato 40 anni fa. “La sinistra italiana ha paura, non capisco perché, di pronunciare chiaramente la parola ‘islam'”.

Articoli correlati

- Advertisment -