26.2 C
Napoli
giovedì 25 Luglio 2024 - 03:42
HomeSenza categoriaL'arte dal real all'AI presso Feste Archimedee, Ortigia

L’arte dal real all’AI presso Feste Archimedee, Ortigia

-

International art prize Giotto e il suo Presidente Melinda Miceli promuovono sa sempre il connubio scienza e arte e la figura dell’artista tecnico e accademico. 
Dal 3 al 6 luglio, la meravigliosa isola di Ortigia, ospitando per l’XI anno consecutivo le Feste Archimedee, si trasformerà in un teatro di eventi straordinari dedicati allo sviluppo e alla valorizzazione del genio dei giovani.
Il tema di quest’anno è “Il Futuro siamo Noi” e, come sempre, si svolgeranno attività rivolte all’arte, alla scienza, allo sport e alla cultura con laboratori didattici, spettacoli ed esibizioni sportive patrocinate dal Comune, Regione ed Ars..
 L’XI edizione delle Feste Archimedee si aprirà con centinaia di giovani atleti siracusani e con la partecipazione dei ragazzi protagonisti del progetto nazionale GAME UPI che promuove uno stile di vita sano e inclusivo attraverso lo sport. La serata del 3 luglio in piazza Minerva sarà un’occasione per celebrare i campioni europei Matteo Melluzzo e Samuele Burgo, nonché i nostri giovani atleti che hanno trionfato nella finale del sud Italia, ottenendo 9 ori, 2 argenti e 2 bronzi in 13 gare.
All’interno della manifestazione nella giornata del 5 luglio presso la sala Borsellino di Palazzo Vermexio si terrà un evento di International art Prize Giotto e Intellisystem Technologies dedicato a un argomento molto attuale: l’intelligenza artificiale e l’arte.
Per spiegare il rapporto arte e scienza, antico connubio e le opere generate dell’intelligenza Artificiale, saranno presenti due relatori d’eccezione: il Prof. Cristian Randieri di Intellisystem Technologies, Ricercatore e Professore dell’Università eCampus, e membro del Forbes Technology Council, la dott.ssa Melinda Miceli critico d’arte di Enciclopedia d’arte italiana presidente del celebre International art prize Giotto e Premio Internazionale La Fenice d’oro. Premiazione dei seguenti artisti segnalati dal comitato scientifico per aver utilizzato l’AI e aver partecipato a cataloghi virtuali: Sebastiano Cosimo Auteri, Claudia Salvadori, Belinda Ferraro BM Ferraro Foundation New York city, Marco Troia, Andreas Martin Fedrigo, Felice Iafisco, Tina de Luca, Miguel Angel Acosta Lara artista digitale internazionale autore della locandina.  Patrocini morale di Stampa Parlamento, Corriere nazionale, Globus, Informasicilia, Luz Cultural,  Spagna etc…
Ha spiegato il critico d’arte Melinda Miceli: “Il mio premio International art Prize Giotto, sostiene da sempre le nuove tecnologie e tiene il passo con la modernità d’avanguardia nell’arte avendo già creato il Catalogo digitale delle arti contemporanee e la Prima mostra metaversa europea dal titolo Altare della pace. L’incontro mirerà a esplorare il futuro con ambiente 3D virtuale che immagina la futura trasformazione delle opere, rivelando infatti l’ossatura del metaverso e avverando il sogno di creare mondi virtuali immersivi del tutto simili al mondo reale. Altresì le nuove frontiere della fotografia nell’era dell’Intelligenza artificiale, fanno comprendere come l’IA stia influenzando e trasformando il modo in cui concepiamo la fotografia e come questa tecnologia possa migliorare l’efficienza e la creatività dei fotografi”.
Sarà proiettato il cortometraggio Il Segreto di Notre Dame tratto dall’omonimo romanzo d’arte di Melinda Miceli che partendo da Siracusa fa luce sull’incendio e i misteri della regina delle cattedrali gotiche.
 
Dott.ssa Melinda Miceli critico d’arte, editorialista

Articoli correlati

- Advertisment -