24.8 C
Napoli
martedì 23 Luglio 2024 - 04:31
HomeAttualitàLe dichiarazioni di Roberto Castelli: “Sono una vittima del vaccino. Adesso sono...

Le dichiarazioni di Roberto Castelli: “Sono una vittima del vaccino. Adesso sono un morto che cammina”.

-

Durante la puntata di ieri, martedì 28 settembre, di Tagadà, in onda su La7 e condotto dalla giornalista Tiziana Panella,  l’ex Ministro della Giustizia, Roberto Castelli, ha dichiarato di essere una vittina del vaccino anti-Covid.

“Sono una vittima del vaccino, anche se non lo posso provare. Mi sono vaccinato a fine luglio, ho passato agosto e settembre con la febbre. Ho degli esami che danno solo indicatori di pericolo di trombosi. Incrocio le dita.
Il paradosso è che mia moglie non si è vaccinata, ha fatto il Covid e sta benissimo. Da questo punto di vista dovrei essere oscurato da Telegram, perché portò una narrativa personale che e’ diversa da quella del mainstream”. 

Tende poi a precisare la sua posizione: “Non sono un novax, tanto e’ vero che mi sono vaccinato, però adesso ci penserei due volte, ammette. “Stavo bene, non avevo nulla. Ho imparato a conoscere uno strano valore che si chiama ‘D-dimero’, che e’ un indicatore del pericolo di trombosi che ognuno si porta, ed il mio e’ estremamente elevato, cosa che io non ho mai avuto. Sono una sorta di ‘dead man walking (morto che cammina). Le parole di Castelli lasciano tutti di stucco.

Sono già due volte che il mio medico vede questi dati e mi manda al Pronto Soccorso dove mi ricoverano con codice  giallo. Non sto vivendo una bella fase della mia vita ed in questo momento non posso permettermi ne’ di morire ne di restare menomato su una sedia a rotelle”, conclude infine Castelli.

Articoli correlati

- Advertisment -