12.7 C
Napoli
martedì 23 Aprile 2024 - 03:44
HomeAttualitàLe indagini sulle cause della tragedia della funivia Stresa-Mottarone

Le indagini sulle cause della tragedia della funivia Stresa-Mottarone

-

L’incidente è stato causato da una serie di fattori, e a finire sotto accusa anche la ditta di manutenzione della funivia.
Perché la fune si è spezzata? Perché la cabina non è rimasta appesa al cavo?
Tante le domande senza risposta, ci vorranno mesi per portare alla luce le cause di questa tragedia. L’impianto, di proprietà del comune di Stresa, ma gestito dalla società Ferrovie del Mottarone, è stato posto sotto sequestro.
La dinamica dell’incidente: Domenica, la cabina era quasi arrivata alla stazione di monte, quando per un cedimento del carrello, il cavo traente si spezza, facendo retrocedere la cabina per almeno cento metri, prima del violento urto con l’ultimo pilone dell’impianto. In quel momento le persone vengono lanciate fuori e dopo l’impatto la cabina viene sbalzata via e rotola per un minimo di 15 metri finendo la sua corsa contro gli alberi.
L’impianto era stato costruito nel 1967 e inaugurato nel 1970 per sostituire il vecchio treno. Gia nel 2001 la funivia si era bloccata nel primo tratto dopo la partenza da Stresa ed è stato necessario l’intervento dei soccorritori per salvare i passeggeri. L’ultima revisione era stata effettuata nel 2014 e aveva portato alla chiusura per due anni. In quell’occasione era stata eseguita anche una magnetoscopia sulle funi per valutarne la tenuta. I lavori erano costati 4 milioni e 400 mila euro, finanziati dalla regione Piemonte, dal comune di Stresa e dalla società di gestione. La sostituzione dei cavi era prevista per il 2029.

Articoli correlati

- Advertisment -