26.7 C
Napoli
giovedì 25 Luglio 2024 - 02:40
HomeCronacaMedia: "Hamas vuole garanzie Usa sul cessate il fuoco permanente"

Media: “Hamas vuole garanzie Usa sul cessate il fuoco permanente”

-

Hamas vuole garanzie scritte da parte degli Stati Uniti per un cessate il fuoco permanente e il ritiro delle forze israeliane dalla Striscia di Gaza per firmare una tregua israeliana appoggiata dagli Stati Uniti e una proposta di accordo sugli ostaggi. Lo hanno reso noto due fonti della sicurezza egiziane ben informate sul dossier, citate tra gli altri da The Times of Israel e Al Jazeera. I mediatori del Qatar e dell’Egitto hanno affermato che Hamas ha risposto ieri al piano di cessate il fuoco graduale per porre fine alla guerra di otto mesi tra Israele e il gruppo terroristico, senza fornire dettagli. Alcune, ma non tutte, le richieste di Hamas sono “realizzabili” .

Lo ha detto il segretario di Stato Usa  Antony Blinken in Qatar nel corso di una conferenza stampa. Il diplomatico statunitense è a Doha nell’ambito della mediazione Usa per raggiungere il cessate il fuoco.

“C’era sul tavolo un accordo praticamente identico a quello proposto da Hamas il 6 maggio… Hamas avrebbe potuto rispondere con una sola parola: Sì”, ha detto Blinken citato da Sky News. “Invece, Hamas ha aspettato quasi due settimane e poi ha proposto ulteriori cambiamenti, molti dei quali vanno oltre le posizioni che aveva precedentemente preso e accettato”.

Secondo il segretario Usa il divario tra le due parti è colmabile. “Israele ha accettato la proposta, Hamas no… se Hamas continua a dire no allora sarà chiaro che hanno fatto la scelta di continuare la guerra che hanno iniziato”, ha detto Blinken insistendo in ogni caso sul fatto che l’accordo era ancora sul tavolo e che gli Stati Uniti lavoreranno per concluderlo. “Dovremo vedere nei prossimi giorni, ma più si va avanti, più le persone soffrono”.

“È ora di smettere di mercanteggiare” sulla tregua di Gaza. Ha ribadito Blinken.  Un accordo per la tregua, inoltre, ridurrebbe “enormemente” le tensioni tra Israele e Libano.

Articoli correlati

- Advertisment -