32.6 C
Napoli
sabato 13 Luglio 2024 - 17:56
HomeCronacaMeloni alla sfida di Bruxelles, vuole un commissario di peso

Meloni alla sfida di Bruxelles, vuole un commissario di peso

-

Dalla pizzica in Puglia al gran ballo delle nomine europee. Archiviato un G7 che per lei è stato “un successo”, Giorgia Meloni si prepara all’altra sfida, altrettanto e forse più importante, quella di riuscire a pesare a Bruxelles anche se i numeri posto voto, nonostante la netta vittoria di Fdi in Italia, non le sono favorevoli. L’Italia, è il ragionamento che fa in privato e che ha esplicitato anche nella conferenza stampa di Borgo Egnazia, merita che le venga riconosciuto un ruolo di primo piano. E se sui vertici, almeno ad oggi, non c’è spazio, l’attenzione di Roma è tutta sul commissario. E sull’obiettivo di conquistare per Roma anche una vicepresidenza.

La cena informale dei leader non è che il primo step, ripetono i suoi fedelissimi. Meloni, che pure preferirebbe aspettare l’esito delle elezioni francesi ma non si dovrebbe però mettere di traverso se ci fosse una spinta per accelerare, puntando a chiudere già al Consiglio di fine mese. “Da martedì il quadro sarà un po’ più chiaro”, dicono i suoi. E si potrà entrare nel vivo della trattativa sulle deleghe dei commissari.

Una partita che si gioca su più piani. La premier, di rientro da Lucerna con il ministro degli Esteri Antonio Tajani (che sarà alla riunione del Ppe), potrebbe avere iniziato ad esaminare con l’alleato le varie opzioni, che andranno comunque condivise nel governo. La scelta andrà però fatta incrociando i portafogli più interessanti e profili più adatti a gestirli.

Articoli correlati

- Advertisment -