30.9 C
Napoli
venerdì 12 Luglio 2024 - 13:37
HomeCulturaNasce Breaking Borders - La prima Compagnia Internazionale di Musical - La...

Nasce Breaking Borders – La prima Compagnia Internazionale di Musical – La prima Produzione porterà in Italia “Il Matrimonio di Tony & Tina”

-

L’Italia e gli Stati Uniti si stringono la mano e fondano la prima compagnia internazionale di Musical Theatre. Nasce Breaking Borders – International Performing Artists Xchange, fondata da Denny Lanza, regista e produttore italiano, Janine Molinari, regista, coreografa e produttrice statunitense e Max Bartos performer e produttore americano. La fusione delle due grandi realtà formative del Musical Theatre MTA – Musical Times Academy di Firenze (Italia), diretta da Denny Lanza e DMO Dance Molinari di New York City (USA), diretta da Janine Molinari ha dato vita a questo grande progetto che produrrà spettacoli di successo portandoli in scena in tutto il mondo, partendo dall’Italia e da New York.

La volontà della compagnia è quella di produrre spettacoli che abbattano le barriere linguistiche e culturali. I musical presi in considerazione da Breaking Borders sono tra i più importanti e famosi al mondo e il lavoro minuzioso del team tecnico rende altissima la qualità degli show portati in scena.

Per inaugurare l’avvio di questa gigantesca collaborazione, i produttori di Breaking Borders hanno scelto di portare in Italia uno spettacolo che simboleggi un’unione artistica, culturale ed umana.

Per questa ragione il primo grande ed entusiasmante progetto di Breaking Borders è “Il Matrimonio di Tony & Tina”. La più longeva commedia Off-Broadway arriva finalmente in Italia. Lo show racconta il giorno delle nozze dei due protagonisti, Tony di origini americane e Tina di origini italiane. Gli spettatori saranno parte integrante dello spettacolo e parteciperanno attivamente alle vicende in qualità di invitati o amici degli sposi. La trama si svilupperà partendo dalla cerimonia nuziale, passando al ricevimento fino al taglio della torta e ai festeggiamenti danzanti. Il pubblico quindi festeggerà insieme a Tony, lo sposo, e alla colorata e folle famiglia italo-americana di Tina, la sposa, in uno spettacolo che non riuscirà a dimenticare facilmente.
La vera magia dello show è il mix tra fantasia e realtà. Il pubblico mangia, beve, balla e chiacchiera proprio come si farebbe in un vero e proprio ricevimento. Sperimenterà però le sorprese e il dramma di un vero matrimonio italo-americano mentre sarà coinvolto nella celebrazione, festeggiando insieme alle famiglie e agli amici di Tony e Tina come se li conoscesse da anni.
È così che “Tony n ‘Tina’s Wedding” ha conquistato il cuore di migliaia di persone. Lo spettacolo è stato inaugurato per la prima volta a New York City nel 1988. È il più longevo show Off-Broadway ed ha goduto di migliaia di repliche e di un successo mondiale, con recite in più di 100 città negli Stati Uniti, in Europa e in Asia.

“Il musical può abbattere ogni confine e sono fiero di far conoscere il talento italiano negli Stati Uniti e in giro per il mondo. Ringrazio Janine Molinari e Max Bartos perché il nostro amore per il teatro musicale darà vita a cose straordinarie – dichiara Denny Lanza.”

“Sono entusiasta di poter lavorare con Denny, MTA e con Max, perché crediamo nell’unità degli artisti sparsi per il mondo e che condividono la stessa voglia di fare quel tipo di teatro che abbatta le barriere linguistiche e culturali – gli fa eco Janine Molinari”.

La regia dello spettacolo è affidata ad Anthony Patellis, attore e regista americano di grande successo. Attore dello show nella versione del 1991 e regista dello stesso in tantissimi stati americani. Anthony Patellis è anche reduce da cult mondiali come il tour mondiale di West Side Story (tappa italiana a La Scala di Milano), Team Marco, Law & Order, I Soprani e TUSLA KING, con Sylvester Stallone.

Le coreografie saranno curate da Janine Molinari, Denny Lanza e Giovanni Ceniccola. L’allestimento scenografico sarà ideato e realizzato da Valentino Riviera. La direzione musicale avrà la firma di Daniele Narducci.
Il cast sarà composto dagli studenti di MTA – Musical Times Academy di Firenze e dagli studenti di DMO Dance Molinari di New York ma sarà arricchito oltre che dalla presenza di performer italiani come Maria Dolores Diaz anche dalla presenza di artisti provenienti direttamente dagli Stati Uniti, come: ANTHONY T. LAURIA, che interpreterà il cantante del matrimonio, Donnie Dulce. Lauria ha già interpretato il ruolo nella produzione OffBroadway a partire dal 1990, e attualmente dirige anche produzioni in tutta l’America;
SAM MASOTTO, che ha interpretato il ruolo di “Tony” in tutti gli Stati Uniti, riprenderà il ruolo anche in Italia. Altri membri del cast di New York sono SEMINA DE LAURENTIS, la direttrice artistica del 7-Angels Theatre, a Waterbury, nel Connecticut. MAX BARTOS, uno dei protagonisti a Broadway in SING STREET, interpreterà “Il migliore amico, Barry Wheeler”. Altro membro del cast è PATRICK STURM, stagista presso DanceMolinari di New York. E JANINE MOLINARI, che si è esibita in TnT, Off Broadway, in tutta l’America, e in Giappone, interpreterà il ruolo della cugina di Tina, “Suor Maria Alberta”.

Lo spettacolo sarà in scena per tre repliche esclusive il 13, 14 e 15 Ottobre presso “La Torre di Gattinara” (Vercelli). Il team creativo, dopo attente valutazioni, ha individuato questa suggestiva location italiana perché corrisponde alle caratteristiche di raffinatezza, cultura, bellezza e ospitalità perfette per l’approdo di questo grande spettacolo. La Pubblica Amministrazione di Gattinara collaborerà alla realizzazione dello show e coinvolgerà le maestranze del territorio per rendere questo “matrimonio” ancora più speciale.
La nascita di questa prima compagnia internazionale di Musical ha già entusiasmato tantissimi performer, registi, produttori del mondo di Broadway che saranno coinvolti nei progetti futuri.
Breaking Borders ha già una seconda produzione in cantiere e si tratta di uno dei più amati rock musical della storia che dopo il successo italiano diretto da Denny Lanza approderà Off-Broadway in una versione multilingue: “Spring Awakening”.

 

Articoli correlati

- Advertisment -