21.3 C
Napoli
martedì 25 Giugno 2024 - 10:13
HomeCronacaScholz: "In Ucraina nessuna pace dettata da Putin". Zelensky: "Dobbiamo vincere questa...

Scholz: “In Ucraina nessuna pace dettata da Putin”. Zelensky: “Dobbiamo vincere questa guerra”

-

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è a Berlino, dove è in corso la conferenza per la ricostruzione dell’Ucraina, insieme con il cancelliere tedesco Olaf Scholz e la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen. “Noi dobbiamo vincere questa guerra”, ha detto il leader di Kiev sottolineando che “bisogna togliere i vantaggi che la Russia ha in aria. La difesa aerea è la risposta a tutto” e “abbiamo bisogno di almeno 7 sistemi Patriot”.

“È il terrore suscitato dai missili e dalle bombe che aiuta le truppe russe a progredire sul campo” , ha detto Zelensky. “Finché non priveremo la Russia della possibilità di terrorizzare l’Ucraina, (il presidente russo Vladimir) Putin non avrà alcun reale interesse a cercare una pace giusta”. Zelensky ha aggiunto che gli attacchi russi contro gli impianti energetici dell’Ucraina hanno distrutto metà della sua capacità di produzione di elettricità. “Sono riusciti a distruggere nove gigawatt della nostra capacità energetica, e lo scorso inverno avevamo bisogno di 18 gigawatt. Quindi la metà ora non esiste più”.

“L’Ucraina ha già soddisfatto tutti i prerequisiti per l’apertura dei negoziati di adesione all’Ue. A giugno occorrerà approvare il quadro negoziale e avviare i colloqui. Si tratta di mantenere le promesse dell’Europa e di dimostrare che l’Europa non può essere spezzata”, ha quindi sottolineato Zelensky.

La strada della ricostruzione inizia con la difesa aerea, perché così non si deve ricostruire quello che viene distrutto”, ha ribadito da parte sua anche il ministro della Difesa ucraino Dmitro Kuleba a Berlino. “E non aspettare che la guerra sia finita” per affrontare la ricostruzione, ha aggiunto.

“Vorrei chiedere a tutti di sostenere l’Ucraina nella difesa aerea. Perché la migliore ricostruzione è quella che non deve cominciare mai”, ha detto Scholz ricordando che non ci sarà “nessuna vittoria militare” e “nessuna pace dettata” da Vladimir Putin.

Per Ursula von der Leyen “Putin deve fallire e l’Ucraina deve affermarsi. E noi dobbiamo aiutare l’Ucraina a governare da sola il suo futuro. Dobbiamo dare all’Ucraina quello di cui ha bisogno” e al G7 “discuteremo di come l’Ucraina possa approfittare meglio del patrimonio congelato della Russia”. La presidente della commissione Ue ha quindi spiegato che “i negoziati dell’Ucraina per l’ingresso in Ue dovrebbero iniziare già alla fine del mese” ed ha rimarcato il fatto che l’Ucraina “ha compiuto tutti i passi che avevamo stabilito e lo ha fatto in guerra”.

Articoli correlati

- Advertisment -