23.5 C
Napoli
sabato 13 Aprile 2024 - 21:13
HomeCalcioSerie A: pronostici e formazioni

Serie A: pronostici e formazioni

-

Sabato 17 e Domenica 18 Aprile proseguiranno le giornate di Seria A. il Crotone dopo aver perso contro lo Spezia, Sabato deve cercare di battere l ‘Udinese a tutti i costi per provare a pensare ancora ad una salvezza sempre più utopica in virtù dell’ultimo posto in classifica. Negli ultimi mesi la formazione calabrese ha cambiato tecnico, Cosmi per Stroppa, ma non è riuscita a trovare la scintilla per provare a combattere seriamente in ambito permanenza nella massima serie. Cosmi schiererà un 3-5-2 dovrebbe confermare Ounas al fianco di Simy nel Crotone, con Messias alle loro spalle. A centrocampo Petriccione e Salvatore Molina, con Reca e Pedro Pereira larghi sulle fasce. In porta ci sarà Cordaz, difeso da Djidji, Golemic e Luperto.

Udinese invece giocherà con un 3-5-1-1 con Llorente come centravanti, supportato da Pereyra. Stryger Larsen e Nahuel Molina agiranno come esterni, lasciando De Paul, Arslan e Walace interni. In porta spazio per Musso, con la retroguardia composta da Becao, Nuytinck e Samir.

La Sampdoria dovrà affrontare il Verona. Entrambe le squadre sono reduci da due sconfitte casalinghe: la Sampdoria ha perso contro il Napoli (0-2), l’Hellas, invece, contro la Lazio (0-1).

Nella Sampdoria, Ranieri sceglie il 4-4-2 con Audero tra i pali, Bereszynski e Augello esterni con Yoshida e Colley centrali. Candreva e Jankto sulle fasce con Adrien Silva e Thorsby in mezzo. Attacco formato da Quagliarella e Gabbiadini. Ekdal e Torregrossa out.

Nel Verona, invece, solito 3-4-2-1 per Juric con Silvestri tra i pali, Lovato, Magnani e Ceccherini a comporre il terzetto difensivo. Faraoni e Lazovic sulle fasce con Tameze e Veloso in mezzo. Barak e Zaccagni alle spalle di Lasagna.

Sabato giocherà anche il Sassuolo, che ospiterà in casa la Fiorentina. Il primo reduce dalla vittoria contro il Benevento, invece la Fiorentina prosegue in modo altalenante il campionato. Avendo recentemente perso contro l’Atalanta, sono ancora in zona comoda, ad otto punti dalla zona retrocessione.

Alle 20.45 si chiude la serata di Sabato, con la sfida tra Cagliari-Parma. l confronto rappresenta un crocevia essenziale della stagione di entrambe le formazioni, a forte rischio retrocessione quando mancano 8 giornate alla fine del campionato. I sardi sono terzultimi con 22 punti, il Parma segue al 19° posto con 20 punti. Il Parma non vince fuoricasa con i sardi dal lontano 25 marzo 2000, quindi il pronostico è a favore dei padroni di casa. Tuttavia la sfida essendo vitale per entrambe le squadre potrebbe riservare sorprese. Sempici non avrà a disposizione 6 elementi della rosa: oltre al lungodegente Rog, mancheranno Cragno, positivo al Coronavirus, e Ceppitelli, Deiola, Sottil e Matteo Tramoni, tutti infortunati. Il dubbio principale del tecnico toscano riguarda l’attacco, dove si ripropone la contesa a tre per una maglia da titolare fra Pavoletti, Simeone e Cerri. D’Aversa, che schiererà i gialloblù con il 4-3-3, avrà un numero ancora maggiore di assenti. A sinistra out Gagliolo per squalifica, mentre gli infortuni priveranno la squadra di ben 9 elementi per la trasferta isolana: Cyprien, Conti, Inglese, Iacoponi, Karamoh, Nicolussi Caviglia, Zirkzee, Hernani e Mihaila sono tutti al momento indisponibili. 

Invece Domenica si affronteranno alle 12.30 Milan-Genoa. Stefano Pioli e Davide Ballardini recuperano i pezzi. I due tecnici dovranno fare a meno di Ibra e Criscito squalificati ma ci sono tante buone notizie.  L’infermeria del Genoa si svuota in vista del match di San Siro contro il Milan. Nei giorni scorsi si era parlato di una possibile emergenza a sinistra, vista la squalifica di Mimmo Criscito, ma non sarà così. Zappacosta, che ha lasciato in dieci i suoi, durante Juventus-Genoa, per un fastidio muscolare, si è sottoposto agli esami del caso che non hanno evidenziato lesioni muscolari. L’ex Roma potrebbe dunque essere al suo posto contro i rossoneri. Ci sarà quasi certamente Lenart Czysborra, che da oggi dovrebbe tornare ad allenarsi con il gruppo. Rispetto al match di Torino si prenderà una maglia da titolare anche Kevin Strootman, fondamentale per gli equilibri del Genoa. Anche in casa Milan l’infermieria è praticamente vuota. Alessio Romagnoli, ieri a iniziato a riallenarsi e certamente sarà disponibile nel prossimo match. Il tecnico dei rossoneri avrà tutta la rosa a disposizione tranne Daniel Maldini e Davide Calabria.  Non ci sarà chiaramente Zlatan Ibrahimovic, fermato dal Giudice Sportivo per una giornata. Difficile pensare a Mario Mandzukic dal primo minuto. Il croato dovrebbe subentrare a partita in corso, con Rafael Leao titolare.

Alle 15.00 le partite di Domenica continuano con Atalanta-Juventus. All’andata allo Stadium terminò col punteggio di 1-1.  Per la sfida con l’Atalanta – riferisce TuttoJuve.com -, Andrea Pirlo potrebbe schierare una formazione simile a quella con il Genoa di domenica. Possibile, infatti che giochi ancora Dejan Kulusevski che ha fatto bene contro i Grifoni. In attacco ancora Cristiano Ronaldo e Morata e Dybala pronto per entrare nella ripresa. Da capire se Bonucci giocherà o meno titolare con Matthijs De Ligt. Stavolta per la corsa Champions il pareggio sarebbe scomodo per entrambe le squadre. Al Gewiss Stadium saranno faccia a faccia il miglior attacco del torneo, quello nerazzurro con 71 centri, alla difesa meno perforata, quella bianconera con 27 reti incassate (come la capolista Inter). E proprio guardando i dati delle marcature negli scontri diretti in Serie A fra i due club scopriamo che gli orobici sono a meno 4 dalle cento alla Vecchia Signora.

Alle 15.00 giocheranno anche Bologna-Spezia e Lazio-Benevento.

Bologna che è reduce da due sconfitte di fila, contro Inter e Roma.  Al momento la squadra di Sinisa Mihajlovic occupa l’undicesimo posto. Spezia li ha portati fino alla quattordicesima posizione con 32 punti accumulati fin qui. L’obiettivo salvezza è ancora da centrare, nonostante abbiano un buon margine di 10 lunghezze di vantaggio sulla terzultima.

Alle 18.00 giocheranno Torino-Roma. il Toro ha dunque compiuto un importante balzo in avanti, che permette ai granata di respirare un po’, anche se la corsa alla salvezza è ancora piena di insidie. Roma che invece, battendo il Bologna, ha risposto alle avversarie, che hanno tutte vinto, nella corsa all’Europa. Per quanto riguarda il pronostico di Torino-Roma ci aspettiamo una gara molto equilibrata. Infatti, seppur la classifica dica il contrario, i granata stanno dimostrando di potersela giocare con tutti e anche contro i giallorossi faranno di tutto per muovere la classifica. Con la Roma impegnata in settimana contro l’Ajax inoltre il Toro potrebbe avere qualche chance in più di fare risultato. Per questo proponiamo la doppia chance interna, l’1X, per questa sfida. In alternativa anche il segno GOL potrebbe essere una buona giocata.

La serata si chiude con Napoli-Inter alle 20.45. I neroazzurri hanno praticamente lo scudetto nelle loro mani. Invece il Napoli vuole assolutamente conquistare i 3 punti utilissimi per la Champions League. I nerazzurri hanno vinto il match d’andata contro il Napoli, 1-0 grazie al rigore trasformato da Lukaku: con Antonio Conte in panchina, l’Inter ha vinto tre volte su tre contro i partenopei. Il club nerazzurro tuttavia non ottiene quattro successi consecutivi contro gli azzurri dal 2000. i nerazzurri non vincono due volte di fila in casa degli azzurri dal 1997.  Tra le squadre affrontate più di una volta nel campionato italiano, l’Inter è la squadra contro cui Gattuso ha la peggiore media punti da allenatore: 0,17, con un pareggio e ben cinque sconfitte. Il tecnico dei partenopei deve ovviamente fare attenzione alla LuLa: sei degli ultimi otto gol segnati dall’Inter contro il Napoli portano la firma di Lukaku . Per quanto attiene gli azzurri , in porta tornerà Alex Meret, visto l’infortunio occorso ad Ospina che probabilmente gli farà saltare anche la Lazio. In difesa confermati Di LorenzoManolas e Koulibaly dopo la sfida contro la Sampdoria. L’unico ballottaggio è quello sulla fascia sinistra tra Mario Rui ed Hysaj. A centrocampo è sicuro del posto Fabian Ruiz, Il terzetto di trequartisti sarà formato  da Insigne e Zielinski, e Politano. In attacco solito duello tra Mertens ed Osimhen, con il nigeriano in leggero vantaggio dopo l’ottima prestazione di domenica scorsa. Sono solo tre i ballottaggi nella mente di Rino Gattuso, mentre invece non ce n’è praticamente nessuno per Antonio Conte. Il tecnico nerazzurro si affiderà agli undici titolari che lo hanno trascinato in vetta alla classifica nel corso di questa stagione, schierando un 3-5-2.

Articoli correlati

- Advertisment -