23.4 C
Napoli
giovedì 30 Maggio 2024 - 15:20
HomeEconomiaVia libera dell'Ue sulle case green, l'Italia vota contro insieme all'Ungheria

Via libera dell’Ue sulle case green, l’Italia vota contro insieme all’Ungheria

-

L’Ecofin ha chiuso, a poco più di un anno dal primo voto del Parlamento europeo, il lungo percorso della direttiva Epbd (Energy performance of buildings directive) con il no dell’Italia che ha espresso voto contrario insieme all’Ungheria (20 i voti a favore, ne bastavano 15 su 27). Ed è davvero l’ultimo passaggio per la norma quadro che definirà le regole per la riqualificazione energetica degli immobili di tutta Europa da qui al 2050.

Il penultimo passaggio c’è stato il 10 aprile con il via libera dagli Stati membri: gli ambasciatori presso l’Ue avevao confermato alla riunione del Coreper (il Comitato permanente dei rappresentanti dei paesi membri) – in un punto senza discussione – l’accordo raggiunto con il Parlamento europeo a dicembre, poi votato nel corso della Plenaria di marzo, sulle nuove norme per rendere il parco immobiliare dell’Ue a emissioni zero entro il 2050. Nessuna obiezione è stata sollevata, e dunque la direttiva è finita sul tavolo del Consiglio Ue Ecofin per la conferma definitiva, sempre senza discussione. Ora non resta che attendere l’approdo sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea.

Articoli correlati

- Advertisment -