19.4 C
Napoli
sabato 13 Aprile 2024 - 02:26
HomeAttualitàZona bianca rafforzata: le regioni chiedono più prudenza

Zona bianca rafforzata: le regioni chiedono più prudenza

-

L’obiettivo, dicono le regioni, è quello di evitare l’effetto Sardegna, che dopo essere entrata in zona bianca, registrò un forte aumento di positivi.
Coprifuoco dalle 24, e restrizioni per la movida come l’obbligo di consumare seduti ai tavolini senza creare assembramenti al di fuori dei locali, queste le varie proposte che arrivano dai governatori delle regioni.
In vista dei possibili passaggi in zona bianca di tre regioni (Sardegna, Friuli e Molise), gli stessi presidenti corrono ai ripari per non tornare poi indietro.
L’idea è quella di favorire dei meccanismi che hanno validità in tutto il territorio nazionale per tutelare la continuità delle aperture nei territori in cui il numero di contagi resta basso. Certa sembra l’intenzione di rientrare in fascia bianca, nel caso si finisca nuovamente in zona gialla, senza aspettare le tre settimane consecutive qualora i dati lo consentano.
Per quanto riguarda la questione “vaccinazioni in vacanza”, il governatore del Veneto afferma: “Siamo intenzionati ad utilizzare le settimane centrali di agosto per vaccinare chi fa vacanza e in generale gli operatori turistici nella Regione – ha annunciato Zaia -. E a Ferragosto pochi richiami, se non per chi se li fissa”.
Anche Toti, presidente della regione Liguria afferma: “Sarebbe opportuno portare in Conferenza delle Regioni la bozza di accordo Liguria-Piemonte per vaccinare i turisti, in modo che possa diventare una traccia per tutti coloro che lo vogliono fare”.

Articoli correlati

- Advertisment -